Giovedì 23 marzo - Ultimo aggiornamento 16:39
Sei in: Home > Ambiente
AMBIENTE - TORINO
data articolo29 ottobre 2015

Ritardo italiano nel nucleare

Ritardo italiano nel nucleare

ANCI: "Siamo in ritardo. Attuare percorsi decisionali trasparenti"

Ritardo italiano nel nucleare
Torino- La gestione del nuleare in Italia sta vivendo un periodo di stallo, soprattutto nela realizzazione di infrastrutture importanti come il deposito nazionale.
In occasione della XXXII Assemblea Anci, si è tenuto ieri a Torino il seminario 'Verso il deposito nazionale sicurezza e benefici per il territorio nella gestione dei rifiuti radioattivi', con l'obiettivo di trovare risposte e soluzioni concrete a questo deficit che tocca il Paese. Dall'incontro è emersa la necessità di stabilire le aree potenzialmente idonee ad ospitare il deposito nucleare, garantendo la tutela dei territori.
Il coordinatore della Consulta ANCI e sindaco di Trino, Alessandro Portinaro, ha rimarcato l'ingente ritardo italiano rispetto agli altri paesi europei: "Siamo in ritardo di sette anni rispetto alla scadenza che ci impongono le norme UE per la realizzazione del sito. Il deposito è un’esigenza per il nostro paese e, in modo particolare, per i comuni della passata generazione del nucleare, quelli che dal 1987 ancora ospitano i materiali radioattivi."
commenta

torino.ogginotizie.it